ERGE Studio Associato Medico Sportivo

News

torna alle news
15 settembre 2015

Oggi nasceva Fausto Coppi...

Fausto Coppi (qui in un primo piano al Sestriere nel 1952) è stato probabilmente il più grande ciclista della storia d’Italia e mondiale. Nasceva il 15 settembre 1919 a Castellania, in provincia di Alessandria. Quarto dei cinque figli di Domenico Coppi e di Angiolina Boveri (gli altri sono, in ordine, Livio, Dina, Maria e Serse), Fausto è stato il corridore più famoso e vincente dell'epoca d'oro del ciclismo, ed è considerato uno dei più grandi e popolari atleti di tutti i tempi. Formidabile passista, ottimo scalatore e buon velocista, era un campione completo e adatto ad ogni tipo di competizione su strada.

Il «campionissimo», «l’uomo di ferro», «l’aquila delle montagne», o più semplicemente «l’airone» ha vinto tutto il vincibile in 20 anni da professionista (dal 1939 al 1959): si impose sia nelle più importanti corse a tappe sia nelle maggiori classiche di un giorno. Vinse cinque volte il Giro d'Italia (1940, 1947, 1949, 1952 e 1953, record condiviso con Binda e Merckx), e due volte il Tour de France (1949 e 1952), diventando anche il primo ciclista a conquistare le due corse nello stesso anno. Fra i suoi numerosi successi nelle gare in linea vanno ricordate le cinque affermazioni al Giro di Lombardia (1946, 1947, 1948, 1949 e 1954), record, le tre vittorie alla Milano-Sanremo (1946, 1948 e 1949), e i successi alla Parigi-Roubaix e alla Freccia Vallone nel 1950. Divenne anche campione del mondo professionisti nel 1953. Primeggiò anche nel ciclismo su pista: fu infatti campione del mondo d'inseguimento nel 1947 e nel 1949 e primatista dell'ora (con 45,798 km) dal 1942 al 1956.

Leggendaria fu la sua rivalità con Gino Bartali, che divise il nostro paese nell'immediato dopoguerra, si narra forse anche a causa delle presunte diverse posizioni politiche dei due. Muore alle 8:45 del 2 gennaio 1960, a soli quarant'anni, a seguito di una malaria drammaticamente sottovalutata...